Monia Minucci

Monia Minnucci nasce a Sora il 5 maggio 1973 e vive a Frosinone.
La sua personalità è tendenzialmente creativa, tanto che in età molto giovane compirà la scelta di studi artistici. La sua arte è strettamente correlata alla letteratura, ma ancor più alla psicologia.
Monia si auto-indaga, mentre traduce in opere letterarie la sua esistenza, spesso travagliata, con una capacità analitica che fuoriesce come un fiume in piena. La si potrebbe definire una grande traduttrice dei sentimenti umani: li plasma, li studia, li condanna ma spesso e con velata indulgenza, li assolve.

Ha pubblicato due libri di poesia: “La bambola rotta”, edito da Aletti Editore e “Chiedi all’inchiostro del buio”, edito da Book Publishing (AG). In prossima uscita, per le Edizioni Montag, una nuova opera poetica: “Ombre armate“. Di prossima pubblicazione, per le Edizioni Scientifiche Tesseo, il libro di narrativa: “Il Fiume di vetro“.

Presente in numerose antologie poetiche, si classifica ai primi posti in diversi concorsi letterari.

Nel 2015 partecipa al 1° Concorso Letterario: La Favola con l’opera: Il paese dei pensieri capovolti.

Nel 2016 partecipa alla 1ª edizione del Concorso Letterario Nazionale “diversamente UGUALI” con il racconto Diverse, per il quale riceve Menzione Speciale nella sezione Adulti (Presidente di Giuria: Pino Roveredo).

Articoli correlati:

  1. Gianluigi Redaelli